Tag Archives: neuropsichiatria

Importante riconoscimento internazionale al Dr Capovilla

Relatore in 700 congressi, autore di 120 pubblicazioni su riviste scentifiche, da più di 30 anni in prima linea per lo studio e la cura dell’epilessia e da 18 anni primario della Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale di Mantova.
Grazie a tutto questo impegno il Dr Capovilla è stato insignito di un riconoscimento mondiale quale “Ambasciatore internazionale per l’epilessia 2017”, un titolo assegnato dalle due strutture più importanti che operano nell’ambito della patologia: la Ilea, l’ente scientifico mondiale con sede negli Usa, e la Ibe, il bureau internazionale che raccoglie tutte le principali associazioni ed ha sede a Dublino.
Il Dr Capovilla riceverà gli onori a settembre durante la cerimonia di apertura del 32esimo congresso internazionale sull’epilessia di Barcellona.
Grazie al suo impulso all’Ospedale Carlo Poma di Mantova è stata creata la Neuropsichiatria Infantile, Centro Regionale di Epilettologia con oltre mille pazienti provenienti da tutta Italia.

capovilla

Due righe per Giovanna…

Ricevo dai colleghi della Neuropsichiatria Infantile di Sassari e volentieri pubblico.

…………………………….

Dopo una breve e improvvisa malattia, domenica ci ha lasciati la nostra collega Giovanna Tedde, collega dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile della AOU di Sassari.

È difficile raccontare in due parole com’era Giovanna, sempre allegra e sorridente, sempre disponibile per una mano di aiuto prima di correre ad assistere la madre invalida. Sempre pronta a scherzare, lei che non mancava mai di correre a fumare velocemente a metà mattina la sua sigaretta (ultimamente però cercava di smettere) perché altrimenti i bambini dovevano aspettare troppo. Capace di risponderti, quando la vedevi tutta trafelata correre in Neonatologia la mattina presto nonostante i tanti appuntamenti da smaltire “Eh, ma bisogna farlo!”.

Era una persona generosa e altruista, capace di sacrificare se stessa purché gli altri potessero stare bene, pronta lei a fare un passo indietro piuttosto che essere di ostacolo.

Giovanna lascia il marito e collega Sergio e tutti noi.

Non abbiamo perso solo una collega, ma un’amica e soprattutto una brava persona.

Giovanna