Tag Archives: londra

Lavorare a Londra come Tecnico di Neurofisiopatologia

“Well I came to America because I heard the streets were paved with gold. When I got here, I found out three things: first, the streets weren’t paved with gold, second they weren’t paved at all, and third I was expected to pave them.”

Old Italian story, museum of immigration New York

Quando lessi questa frase tutta la mia esperienza lavorativa all’estero mi è passata davanti agli occhi. Sono arrivata a Londra grazie ad un ragazza che precedentemente aveva fatto la stessa esperienza e mi ha messo in contatto con l’ospedale.
Parto col dire che qui il sistema scolastico è completamente diverso dal nostro e quindi anche il nostro percorso formativo si svolge in maniera diversa, ci sono quattro anni di studi: i primi due sono solo legati all’EEG con un esame finale che abilita alla professione e rilascia un diploma; seguono poi due anni in cui ci si specializza in Potenziali Evocati e EMG. Al termine dei 4 anni si ha una laurea in Tecniche di Neurofisopatologia.
Nel posto di lavoro esistono i Gradi (Band), si parte da quando si è studenti (Band 1,2,3,4) fino poi ad arrivare ad un livello manageriale (Band 8A/B) ovviamente quello che cambia con i Gradi sono il livello di responsabilità e lo stipendio.Per entrare a far parte del dipartimento di Neurofisipatologia bisogna compilare un modulo chiamato Application Form che di norma si trova sui siti internet quando il dipartimento cerca personale (vedi fine articolo per eventuali web site). Se il centro delle risorse umane seleziona la domanda il candidato viene poi invitato per un colloquio (interview). Ovviamente la difficoltà del colloquio cambia con il grado per cui si fa domanda.
In Gran Bretagna esiste già un ordine per i Tnfp anche se non è ancora obbligatoria l’iscrizione (lo diventerà nei prossimi anni quindi è consigliabile per gli interessati informarsi perchè le procedure variano dai 3 ai 6 mesi).

Dal punto di vista pratico quello che segue e quello che e successo a me…

Dopo aver inviato un Application Form e aver sostenuto un colloquio con risposta negativa il dipartimento mi ha richiamata dicendomi che mi avrebbero preso in prova per un mese, non pagata, per vedere quello che sapevo fare e per migliorare il mio inglese. Passato quel mese mi offrirono un contratto a tempo determinato di tre mesi. In quel periodo dovevo raggiungere un livello di inglese tale da poter comunicare con tutto il personale dell’ospedale senza problemi. Ci sono riuscita e a settembre 2007 è arrivato il contratto a tempo indeterminato. All’inizio eseguivo solo EEG (routine e sleep) con stesura di un report finale (il report comprende dati del paziente, storia del paziente e descrizione dell’EEG; molto semplice da fare in italiano un pò più complicato da stendere in inglese !). Dimostrando passione e dedizione mi sono guadagnata il mio posto anche nell’ eseguire Potenziali Evocati ed esami per il Sistema Nervoso Vegetativo.
Dal punto di vista pratico la mansione non è diversa dall’Italia ma ci sono tanti scogli da superare: la lingua, la lontanza da casa, e il ricollocamento in una grande città che offre tanto ma a volte aliena tanto.

Ho ricevuto piu volte e-mail di persone interessate ad un’esperienza qui, questo è quello che ho sempre detto: ci vuole tanta determinazione !
Personalmente ho dovuto lavorare molto per guadagnarmi il posto, per qualcuno magari sarà più facile ma credo che non sia nemmeno giusto raccontare qualcosa come un sogno meraviglioso quando poi ci sono tanti scogli da superare.
Consiglio a tutti i Tecnici determinati che leggeranno questa esperienza di provarci, di aver coraggio per vedere se ci può essere una possibilità in più di quanto offre il proprio paese.

Ringrazio il curatore di questo Blog per avermi dato la possibilità di condividere la mia esperienza.

Questo è uno dei siti dove poter cercare lavoro (se digitate Neurophysiology nel rettangolino chiamato Keywords viene fuori una lista di lavori inerenti alla Neurofisologia. I Tecnici sono chiamati Specialized Clinical Physiologist mentre i Consultant sono i Dottori). http://www.jobs.nhs.uk/

Inoltre qui alcuni nomi di Ospedali che potete visitare per informarvi se ci sono Vacancies:

King’s College Hospital London http://www.kch.nhs.uk/
National Hospital for Neurology http://www.uclh.nhs.uk/
Guy’s and St. Thomas’s http://www.guysandstthomas.nhs.uk/
Great Ormond St Hospital http://www.ich.ucl.ac.uk/
St Georges Hospital http://www.stgeorges.nhs.uk/
St Mary’s Hospital http://www.imperial.nhs.uk/

Spero di essere stata d’aiuto e aver chiarito un pò di idee su quello che succede fuori dalla nostra meravigliosa penisola!

Angela

bandiera_inglese

Aggiornamenti da un collega londinese:

1) E’ indispensabile e fondamentale avere un’ottima conoscenza dell’inglese.
2) Avere tutti i titoli tradotti in inglese ,CV, almeno 2 lettere di referenza scritte in inglese dai vostri precedenti datori di lavoro o ex professori, certificato di laurea (questo ve lo deve tradurre la segreteria della vostra universita’, perche’ occorre il timbro) e il passaporto.
3) Controllare ed eventualmente registrasi sul sito http://www.jobs.nhs.uk/ per cercare eventuali Vacancy, noi siamo Clinical Physiologist (neurophysiology),
i medici sono i Consultant (per velocizzare la ricerca basta mettere EEG come parola chiave).
4) Altra cosa molto IMPORTANTE e’ riuscire a leggere il tracciato EEG (puo’ sembrare scontato, ma qualcuno per mancanza di esperienza non e’ in grado di farlo)
perche’ dopo l’esecuzione del tracciato vi verra’ chiesto di scrivere un Factual Report (ossia la descrizione di cio’ che avete registrato).
5) E’ INDISPENSABILE E FONDAMENTALE AVERE UN OTTIMA CONOSCENZA DELL’INGLESE (non voglio sembrare ripetitivo ma, ricevo tante e-mail e la maggior parte inizia cosi’ : VORREI LAVORARE A LONDRA MA NON PARLO INGLESE……che possibilita’ ho?)… Quindi io vi suggerisco, di fare un corso di conversazione o comunque qualcosa di simile….poi una volta ottenuto un buona base, la lingua la si perfeziona sul posto.E’ possibile anche consultare e registrasi o inviare il proprio CV a questo sito http://www.pulsejobs.com/uk/
Questa agenzia fornisce personale agli ospedali pubblici e/o privati, per la maggior parte come LOCUM, ossia personale pagato a prestazione o part time, quindi potrebbe essere un buon modo per iniziare a farsi le ossa. Potete registrarvi anche dall’Italia, ma non vi chiameranno mai se prima non avrete effettuato un colloquio in prima persona.
Non dovrete pagare nulla per registrarvi, in quanto sono le aziende sanitarie a pagare i recruiter, l’unica cosa che probabilmente dovrete pagare e’ la compilazione del CRB (ossia verificano se in Italia avete avuto problemi con la legge), costa circa 40 sterline, ma che vi verranno poi rimborsate al vostro primo stipendio.P.S. Per quanto riguarda l’iscrizione all’ANS (associazione dei tecnici inglesi) e per l’RCCP (registro dei clinical physiologist) non e’ obbligatoria, ma nel 90% dei casi, il vostro potenziale futuro datore di lavoro vi chiedera’ di registrarvi ad entrambe.P.P.S. Evitate di mettere nelle eventuali lettere di presentazione o CV davanti al Vostro nome la dicitura Dott/Dr o altri titoli di “Fantozziana memoria” . Qui solo i medici hanno tale appellativo.

Questo e’ cio’ che dovete sapere per compilare un Application form. Lavorare qui e’ un esperienza bellissima ed appagante….quindi….Good Luck…..

Pepito
Advanced Clinical Physiologist
Neurophysiology Department
Whittington Health NHS Trust
London, UK