Tag Archives: cassandra raffaele

Cassandra Raffaele – Aquiloni

Un Tecnico di Neurofisiopatologia “votato” alla musica decide di regalarci questo video con lo sfondo del Duomo di Milano, ovviamente parliamo di Cassandra Raffaele, l’artista che nel 2010 partecipa ad X Factor, scelta da Elio e le storie Tese (ne parlavamo qui http://www.neurofisiologia.net/?p=1275). Il suo primo singolo “Cipria e rossetto” prodotto da Mara Maionchi e Alberto Salerno riscuote un discreto successo radiofonico consacrandola come l’artista emergente più trasmessa dell’estate 2011 (RTL 102.5, Deejay, 105, 101, Radio Italia e moltissime altre).
Il primo album “La valigia con le scarpe” (http://www.neurofisiologia.net/?p=2586), è stato accolto con grande successo dal pubblico e dalla critica: selezionato dalla giuria del Club Tenco e candidato alla Targa Tenco 2014 per la sezione “Miglior Opera Prima”, vincitrice Musicultura 2013, premio della critica al Premio Bianca d’Aponte 2012, Ninfa d’Aargento 2014, finalista Premio Bindi 2012 e Premio Fabrizio de André 2013.
Nel 2015 riceve il Premio Musica e Cultura 2015 in memoria di Peppino Impastato per il video “I Muri”. Godetevi il video di Aquiloni…

La valigia con le scarpe

Oggi vi parlo di musica ! Si avete capito bene, o meglio di una “cantora indipendente” (come ama definirsi…), laureata cum lode all’Università di Catania in Tecniche di Neurofisiopatologia, di chi sto parlando ? Di Cassandra Raffaele, una collega che inizia a cantare per hobby e dopo varie esperienze, tra cui ricordiamo X Factor 2011 nella squadra di Elio e le storie tese, lascia il posto in ospedale e decide di dedicarsi completamente alla musica….e fa bene visti gli splendidi risultati e i premi di critica vinti. Quest’anno ci regala il suo ultimo album “La valigia con le scarpe” interamente scritto e composto da lei, “con sonorità indie-folk e swing che si uniscono a suoni elettrici e ipnotici, senza mai abbandonare il ritmo accentato e il suono tropicale del pineapple ukulele, per un album che bandisce la noia, lenisce le ferite e fa venire voglia di viaggiare“; i testi seguono lo stesso mood: “alcuni sognanti e leggeri, omaggiano la bellezza dell’arte valorizzandone il potere d’immortalità, altri denunciano e sdrammatizzano, con la seducente arma dell’ironia, i malesseri di una società di finti superuomini e superdonne dove l’amore traspare in tutta la sua debolezza e insicurezza“.
Ricordiamo che Cassandra è anche ideatrice del BUZZ tour, un’iniziativa con la quale coniuga la rete e la realtà attraverso un tour virtuale acustico, proposto in luoghi non convenzionali (negozi di ceramica, abbigliamento vintage, gallerie etc), il tutto ripreso e poi condiviso sui canali del web 2.0.

Fonti: http://www.cassandraraffaele.net/