Depressione ed epilessia dopo un’operazione chirurgica migliora anche la salute mentale

depressioneUno studio pubblicato sul numero del 13 dicembre della rivista “Neurology”, però, rivela che dopo un’operazione chirurgica si riscontrano miglioramenti significativi. Il neurologo Orrin Devinsky dell’Università di New York e colleghi hanno scoperto che i tassi di ansia e depressione possono calare di oltre il 50 per cento nei due anni successivi all’intervento chirurgico. I pazienti che non hanno più avuto attacchi epilettici dopo l’operazione avevano probabilità ancora maggiori di non essere più soggetti ad ansia e depressione. “Sono risultati molto importanti, – commenta Devinsky – perché la depressione e l’ansia possono avere un impatto significativo sulla qualità della vita. Molti studi hanno dimostrato che nei pazienti che soffrono delle forme più ostiche di epilessia la depressione ha un effetto maggiore sulla qualità della vita rispetto agli attacchi veri e propri“. Lo studio ha coinvolto 360 volontari in sette centri di epilessia negli Stati Uniti. I pazienti si sono sottoposti a interventi chirurgici per rimuovere l’area del cervello che produceva gli attacchi. Questo tipo di operazione è riservata di solito a coloro i cui attacchi non possono essere controllati con i farmaci. I ricercatori hanno valutato la salute mentale e gli eventuali sintomi di depressione e di ansia prima degli interventi chirurgici e nei due anni successivi, scoprendo che i tassi di questi disturbi sono sostanzialmente calati.

You May Also Like

Lascia un commento

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.