Un nuovo polisonnigrafo all’Ospedale di Anzio-Nettuno

Il nuovo polisonnigrafo pediatrico dell’Ospedale di Anzio-Nettuno è frutto dell’iniziativa “Lasciamoli sognare” e della generosità di cittadini e sponsor del territorio. Nella serata del 12 aprile scorso, un’evento di musica, danza e comicità organizzata dall’Associazione Oltremente (Associazione Oltremente), presieduta da Maria Teresa Barone, in collaborazione con l’associazione Fuoricentro di Simona Crivellone (Danza Fuoricentro) e con Patrizia Mezzogori dell’associazione I Teatranti (I Teatranti)  ha raccolto i fondi mancanti per acquistare lo strumento.
La nuova macchina servirà a controllare il sonno del bambino durante la notte e verificare se ci sono disturbi respiratori, cardiologici o neurologici. Le complicanze delle apnee del sonno, possono portare a problemi di due tipi:
Neurocognitivi – la breve ma frequente mancanza di ossigeno porta il bambino ad avere un rendimento scolastico inferiore
Cardiovascolari – soprattutto nel bambino obeso dove c’è un peggioramento dell’ipertensione

La polisonnografia, inoltre, è indicata come parte della valutazione per sospetta narcolessia e ha insieme lo scopo di identificare la tendenza all’addormentamento del soggetto in orari in cui dovrebbe essere vigile.