Nuova neurologia pediatrica al Buzzi di Milano

Lunedì 30 luglio 2018 alle 12.00 l’Assessore al Welfare, Giulio Gallera, visiterà i nuovi ambulatori di Neurologia Pediatrica del Buzzi, la cui apertura è prevista per i primi di agosto e vedrà raddoppiare gli ambulatori dedicati all’attività diagnostica e clinica in un ambiente interamente ristrutturato e pensato, nei colori e negli arredi, a misura di bambino: 470 mq collocati al piano rialzato del Padiglione A.
Da fine 2017, la Neurologia Pediatrica ha una direzione universitaria da parte del Prof. Pierangelo Veggiotti, e ha visto il potenziamento dell’équipe medica con professionisti che vantano un’ampia esperienza nella diagnosi e trattamento delle malattie degenerative e genetiche.
L’équipe è composta da 7 medici, 6 specialisti in neuropsichiatria infantile e uno in neurologia, e da quattro tecnici di neurofisiopatologia, che si occupano della cura delle patologie neurologiche del bambino con particolare attenzione alla diagnosi dell’epilessia da 0 a 18 anni.
Da numerosi anni l’équipe del Buzzi è un punto di riferimento nazionale per le convulsioni neonatali e l’epilessie precoci, per la diagnostica delle malformazioni e delle patologie ereditarie e la Neurologia Pediatrica si inserisce in un percorso multidisciplinare che consente di effettuare diagnosi di patologie neurologiche già in fase prenatale.
Negli ultimi mesi il potenziamento del personale ha permesso di acquisire tre dirigenti medici che hanno una grande esperienza, acquisita anche con soggiorni all’estero, relativa alle malattie degenerative in particolare della sostanza bianca, alle forme sindromiche genetiche che associano il ritardo mentale e alle malattie rare, come il deficit del trasportato del glucosio, di cui il centro è uno dei punti di riferimento europei con protocolli ad hoc sia diagnostici che terapeutici.
L’attività della Neurologia Pediatrica del Buzzi è riferimento lombardo per le malattie neurologiche rare e nazionale per la dieta chetogenica come trattamento alternativo dell’epilessia per i pazienti farmaco resistenti. È stato infatti dimostrato che una dieta ricca di grassi e povera di carboidrati – la dieta chetogena – può avere effetti benefici, in particolare nei casi in cui la cura con i farmaci anti-epilettici risulti inefficace e rappresenta una concreta speranza, quindi, proprio per quei bambini che non rispondono ai farmaci. Si tratta di una dieta che si affianca ai farmaci e che, se efficace, può sostituirsi ad essa. Per alcune malattie metaboliche rare la dieta chetonica si è dimostrata addirittura risolutiva.
Attualmente sono in cura con la dieta chetogenica circa 30 pazienti sia con epilessie farmaco resistenti che con malattie metaboliche.
La Neurologia Pediatrica può offrire ai piccoli pazienti possibilità di cura a 360° gradi con farmaci e cure tradizionali, farmaci alternativi e possibilità di nuovi farmaci grazie ai diversi trials clinici in corso.
Nel 2017 sono stati effettuati circa 2000 EEG con videoregistrazione e poligrafia, sono stati ricoverati 135 pazienti sia in ricovero ordinario che in DH, sono state effettuate oltre 5000 prestazioni ambulatoriali e oltre 1200 consulenze interne ai vari reparti dell’ospedale Buzzi per bambini con patologie di ambito neurologico .
I lavori della Neurologia Pediatrica e della Pediatria sono resi possibili grazie ad un finanziamento di 2 ml di euro da parte di Recordati SPA.

Fonte: Ufficio Stampa Buzzi

You May Also Like

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.