L’Università e la giugla dei corsi con meno di 15 iscritti

La corsa alla moltiplicazione delle cattedre ha prodotto enormi distorsioni, l’università è ingolfata da una selva di corsi di laurea, di cui molti con pochi immatricolati e pochi iscritti. Non sempre necessità formative giustificano il mantenimento di corsi con un gruppetto esiguo di frequentanti. Certo, ci sono settori specialistici che vanno comunque salvati. Nè si può ragionare solo in termini numerici. I dati statistici del ministero dell’Università sono allarmanti: abbiamo 40 corsi con un solo immatricolato, 767 con dieci o meno immatricolati e 1.260 con 15 o meno immatricolati. Inoltre abbiamo 235 corsi con un solo iscritto, 1.109 con 10 o meno iscritti e 1.469 con 15 o meno iscritti. La gran parte sono di area sanitaria. Riguardano professioni che vanno dall’ostetricia alla dietistica, all’ortottica, alla radiologia medica, all’igiene dentale, alle tecniche di neurofisiopatologia, alle tecniche diagnostiche o audiometriche. Le università si sono gonfiate di corsi sanitari semideserti per via di una legge del 1999 che prevede un accordo Stato-Regioni secondo cui gli atenei sono obbligati a garantire le specializzazioni sanitarie. «Sì, la programmazione di quei corsi non è nostra – spiega Andrea Lenzi, presidente del Consiglio universitario nazionale – Ogni regione può dire quest’anno mi serve un audiometrista in più, ho bisogno di un ostetrico, e le università del territorio provvedono. La programmazione sanitaria è regionale. In realtà per gli atenei sono corsi in perdita, non c’è dubbio che questa materia andrebbe tutta rivista. Però questo non è uno scandalo delle università, le colpe vanno addebitate alle regioni». Ci sono corsi inutili, però attenti a non cancellare specializzazioni preziose, solo perché sembrano strane o poco comprensibili. Prima di tagliare mi auguro che ci sia una revisione». E di revisione parlano anche i rettori Luigi Frati della Sapienza e Renato Lauro di Tor Vergata. Dice Lauro: «Con il 3+2 c’è stata ovunque una proliferazione di corsi, anche perché in periodi di scarsezza di risorse avere molti studenti significa aumentare le entrate. Però la politica di attrarre studenti non sempre paga. Nel senso che ci siamo ritrovati con dei corsi sguarniti, che sono diventati un peso e che in certi casi non hanno neppure aiutato gli studenti ad inserirsi nel mercato del lavoro».
Ma il ministro dell’università Mariastella Gelmini ipotizza tagli e invita gli atenei a rivedere i corsi in attesa di dettare criteri per la formazione e il mantenimento di un corso di laurea. Intanto, qualche cosa si muove. Frati della Sapienza è già al lavoro con il suo staff per innalzare i livelli “minimi” di frequenza dei corsi e Lauro di Tor Vergata ha già preso una decisione: «D’accordo con il Senato accademico abbiamo stabilito che con meno di 30 studenti il corso non parte. Ci potrà essere qualche eccezione, ma sarà valutata di caso in caso».

Distribuzione del numero di Immatricolati per corso di studi “Tecnico di Neurofisiopatologia” Anagrafe nazionale degli studenti a.a. 2007/2008

A.A.-Ateneo-Facoltà-Classe Corso-Comune sede del corso-Tipo Laurea-Immatricolati

2007/2008 Università di PISA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche
Corso di Laurea in Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) PISA Triennale 1

2007/2008 Università degli Studi di FIRENZE Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) FIRENZE Triennale 2

2007/2008 Università degli Studi di SIENA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) SIENA Triennale 2

2007/2008 Università degli Studi di BARI Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) BARI Triennale 3

2007/2008 Università degli Studi di PADOVA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) PADOVA Triennale 4

2007/2008 Università degli Studi di ROMA “Tor Vergata” Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) ROMA Triennale 4

2007/2008 Università degli Studi di UDINE Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) UDINE Triennale 4

2007/2008 Università degli Studi di PAVIA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) PAVIA Triennale 5

2007/2008 Università degli Studi di MESSINA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) MESSINA Triennale 6

2007/2008 Università degli Studi di MILANO Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) MILANO Triennale 6

2007/2008 Università degli Studi di CATANIA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) CATANIA Triennale 7

2007/2008 Università degli Studi di BOLOGNA Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) BOLOGNA Triennale 10

2007/2008 Università degli Studi di NAPOLI “Federico II” Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Corso di Laurea in Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) NAPOLI Triennale 11

2007/2008 Università degli Studi di ROMA “La Sapienza” Medicina e Chirurgia SNT/3 – Professioni sanitarie tecniche Tecniche di Neurofisiopatologia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Neurofisiopatologia) ROMA Triennale 12

You May Also Like

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.
Close