Nuovi EEG all’Ospedale del Ponte di Varese

Grazie alla donazione della fondazione “Il Ponte del Sorriso” nell’ambito del progetto “Facciamoci riconoscere”, finanziato dalla “Fondazione Just”, la Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Del Ponte di Varese si è arricchita di un sofisticato sistema di registrazione dell’elettroencefalogramma.
Nello specifico parliamo di tre EEG, di cui uno dedicato alle polisonnografie del bambino, ed uno con funzionamento a 64 elettrodi, che permette di ottenere informazioni molto più precise.
La Neuropsichiatria Infantile è diretta dal dott. Giorgio Rossi, nel 2017 ha effettuato circa 1100 esami (EEG), prevalentemente in sonno, con registrazione poligrafica e video.
Il rinnovo delle apparecchiature permetterà di impostare ricerche elettrofisiologiche di alto livello, come la ricerca scientifica sull’autismo, già avviata, “Facciamoci riconoscere”, finanziata con 420mila euro da Fondazione Just Italia attraverso il bando nazionale vinto lo scorso anno da Il Ponte del Sorriso con un progetto sviluppato dalla Genetica e dalla Neuropsichiatria Infantile.
Il disturbo dello spettro autistico è un disordine del neurosviluppo, – spiega il Dott. Rosario Casalone, responsabile della SSD Genetica Medica – cioè dello sviluppo delle funzioni cerebrali nei primi anni di vita dell’essere umano, molto variabile da individuo ad individuo e con diversi livelli di gravità. Colpisce, un bambino su 100, anche se gli ultimi dati parlano addirittura di 1 su 68, con un’incidenza quattro volte superiore nei maschi.”
“Allo stato attuale, – aggiunge il Dott. Rossi – le informazioni sulla natura del disturbo sono ancora incomplete, nella maggior parte dei casi non sono individuate le cause, in particolare genetiche, e non si conosce nei dettagli come l’alterazione di geni diversi causi un’alterazione del cervello. Varie forme di autismo possono dipendere da una condizione di alterata connessione fra le varie aree cerebrali”.

You May Also Like

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.