La narcolessia è una malattia autoimmune

È stato identificato un gene che ha la particolarità di proteggere dalla narcolessia, un disturbo neurologico caratterizzato da un’incontrollabile e improvvisa sonnolenza diurna; la malattia è studiata da 30 anni e sinora era stato stabilito che le persone afflitte da narcolessia possiedono un gene denominato HLA-DQB1. Nel loro cervello era inoltre stato rilevata una carenza di orexina, una molecola che regola il ciclo sonno-veglia.
L’équipe di ricerca del professor Mehdi Tafti, dell’Ospedale Universitario di Losanna, ha dimostrato che la narcolessia è una malattia autoimmune, in quanto è il sistema immunitario stesso che blocca la produzione di Orexina. Oltre a ciò, è stata scoperta l’esistenza di una copia del gene HLA in grado di proteggere, appunto, l’organismo dalla malattia.

 

You May Also Like

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.